Skip to main content.

Internet economico.

Internet vuol dire "rete interconnessa"; è un sistema composto di milioni di computer che può crescere a dismisura. Ogni qualvolta un computer si collega la rete, questo ne entra a far parte, e rimane parte di essa fino momento in cui viene scollegato. La cosa interessante di Internet, e che non esistono punti centrali; ogni computer può essere liberamente consultato da tutti gli altri computer della rete. In altre parole, dalla scrivania di casa nostra possiamo tranquillamente consultare i dati contenuti in un computer in Cina, ad esempio. Ciò consente di trasmettere informazioni e dati con un estremo risparmio di costi; pensate soltanto a quanto può costare la telefonata con un vostro parente che si trova oltreoceano. Facendo passare la voce attraverso Internet invece che attraverso il normale telefono, la spesa è quella di una semplice telefonata urbana, e non quella di una chiamata internazionale. Quindi Internet è un mezzo eccezionale per comunicare con chiunque; ad esempio studenti di università italiane possono chiedere informazioni direttamente ad autori di testi stranieri, contattandoli attraverso il loro indirizzo di posta elettronica. Ben difficilmente uno studente potrebbe ottenere una risposta chiamando telefonicamente, oppure scrivendo una lettera.

Internet è fondamentalmente libero, in senso che una volta che un computer è connesso alla rete, non viene caricato nessun tipo di costo agli utenti, né viene imposta loro alcuna restrizione. Per questo motivo milioni di persone hanno inserito nella rete documenti su argomenti disparati, alcuni di questi molto interessanti. Ad esempio, si possono trovare ricette di cucina, traduzioni di testi sacri, famosi testi di letteratura disponibili gratuitamente, dizionari facilmente consultabili, e addirittura programmi di traduzione tra le lingue più disparate. Vi sono anche società che diffondo dati dietro il pagamento di un canone di abbonamento, oppure gratuitamente. Sono molte le società che riportano notizie di vario genere via Internet. Ad esempio, le agenzie di informazioni Ansa e Reuters distribuiscono attraverso Internet le notizie in tempo reale; per entrambe, i bollettini "base", ossia le veline di agenzia, sono gratuiti (vengono usati come mezzo promozionale per la vendita dei servizi alle imprese).

Grazie questo tipo di struttura - libera e virtualmente priva di costi - Internet è oggi la più grande fonte d´informazioni al mondo; il contributo pressoché gratuito di milioni di persone, unito agli sforzi di stampo prettamente commerciale di società che utilizzano Internet per diffondere informazioni di varia natura, rappresentano uno sforzo senza precedenti di compilazione di dati. Ad oggi è impossibile stimare con precisione la dimensione nella quantità di dati contenuti in Internet, ma è facile ipotizzare la mole di dati disponibile nella rete delle reti sia superiore a quella contenuta in tutti libri del mondo.

Recentemente Internet è stata utilizzata da imprese commerciali anche come mezzo di vendita; infatti, poter essere contattati da qualsiasi punto del mondo a costo zero è un´invitante proposta per un´impresa. Un cliente può contattare un´impresa da qualsiasi regione del mondo indicando che tipo di articolo vuol acquistare e facendosi spedire la merce acquistata a mezzo corriere; il pagamento può avvenire in contrassegno, a mezzo carta di credito, a mezzo assegno bancario, o tramite bonifico. Fatto sta che possibile comprare vendere essendo molto distanti; un vero e proprio mercato virtualmente globale.

Come possibile accedere ad Internet?

Ad Internet si accede in due modi: con una struttura estremamente complesse costosa è possibile collegarsi direttamente alla rete globale, ma si tratta di un´opzione riservata alle grandi aziende od ai grandi istituti di ricerca, in quanto questo tipo di soluzione comporta un costo che oscilla fra i venti e i cento milioni; la seconda possibilità è quella di collegarsi ad un sistema già connesso in Internet, pagando un "canone" per poter utilizzare le strutture acquistate da altri per il collegamento diretto. Un

I cosiddetti provider forniscono la possibilità di collegarsi ai loro sistemi, e quindi accedere ad Internet. Per collegarsi ad un provider basta un normale computer dotato di un modem (si tratta di un apparecchio che collega il computer al telefono).

Questi provider, offrendo un servizio, richiedono il pagamento di un corrispettivo. Generalmente l´utente paga un canone fisso per poter utilizzare sistema del provider, ossia per poter accedere ad Internet. Recentemente alcuni provider hanno iniziato ad offrire la connessione ad Internet gratuitamente; attraverso la stipula di una convenzione con la società di gestione della telefonia fissa, questi provider caricano il costo delle loro strutture direttamente sulle telefonate effettuate dall´utente. Inoltre, i dati raccolti sugli utenti che si commettono attraverso il loro sistema vengono poi rivenduti a imprese commerciali a scopo di marketing. Chiaramente, offrendo un servizio a costi più bassi, il livello qualitativo dell´offerta è generalmente minore, ma costituisce comunque una prima soluzione per chi volesse avvicinarsi ad Internet.

Nella scelta di un provider, è bene orientarsi verso il fornitore di servizi che consente di connettersi ad un numero telefonico con il proprio stesso prefisso, altrimenti si dovrà pagare il costo di una telefonata interurbana per tutta la durata connessione. Nel caso che il proprio lavoro costringa a recarsi spesso lontano dalla propria residenza, sarà opportuno scegliere un provider che garantisce l´accesso da più città d´Italia.

Altri fattori che vanno presi in considerazione quando si sceglie un provider sono il cosiddetto "traffico" che si svolge sulle loro linee ed i servizi aggiuntivi di assistenza che possono essere forniti. Un buon metodo per valutare il traffico sulla linea di un provider è quello di provare a telefonare al numero indicato per la connessione durante di ore di punta; se si trova spesso occupato, significa che il traffico è molto intenso e quindi di prestazioni del suo sistema - come ad esempio la velocità con la quale si può navigare in Internet - sono scadenti. Un buon provider si struttura in modo da poter fornire sempre prestazioni ottimali. In altre parole i telefoni di un buon provider sono sempre liberi.

La qualità del servizio offerto ai clienti può essere misurata facilmente chiedendo un intervento o delle spiegazioni al loro numero telefonico; generalmente vengono predisposti dei numeri verdi per assistere la clientela gratuitamente.

In conclusione, Internet è uno strumento molto interessante per chi deve studiare o lavorare, o soltanto per i semplici curiosi; per poter utilizzare Internet è necessario disporre di un computer attrezzato, e di un abbonamento presso un provider. Esistono provider più o meno adeguati, e più o meno costosi. Prima di scegliere un abbonamento quindi, è bene sincerarsi della qualità del servizio offerto, assicurandosi che questo sia a adeguato le proprie esigenze.



Giancarlo Niccolai.